fonderiadellearti.com

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

 

“La signorina Papillon” di Stefano Benni è un testo raffinato, dove i veri protagonisti sono l’ingenuità umana e i peccati che potrebbero inquinarla. Rose, la protagonista, è un personaggio al quale è facile affezionarsi, quando l’indifferenza, l’egoismo e la vacuità vanno a strapparla dal suo giardino colmo di rose e farfalle. Una purezza minata da tre personaggi paragonabili a demoni tentatori: Marie Luise, parigina snob e leggera; Armand, ambiguo sergente di una loggia massonica; Millet, poeta mellifluo e ammaliatore. Uno spettacolo attuale, che si propone di raccontare ironicamente e in modo assolutamente anticonvenzionale le disgrazie della società. Una messa in scena al confine tra l’irreale e il farsesco, con un ritmo serrato e frenetico, tipico dell’epoca che stiamo vivendo e un contrasto netto tra realtà apparente, cioè il giardino “incantato” dove si svolge l’azione, e la “vera verità”, rappresentata dai continui sottotesti dei quattro personaggi che si muovono in scena. L’intento è quello di colpire il pubblico con battute e atteggiamenti che facciano nascere un sorriso amaro, una riflessione profonda.


Biglietto intero 13 euro. Biglietto ridotto 10 euro. Abbonamento per tutti gli spettacoli 60 euro.
Orario spettacoli: venerdì e sabato ore 21, domenica ore 18.
Ingresso con tessera associativa 2 euro. Avviso ai soci.

Fonderia delle Arti, via Assisi 31.
Per info e prenotazioni tel: 06 7842112 cell:334 9182821
Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


- avviso ai soci -
Maurizio Boco - Le interviste

Maurizio Boco - Le interviste

Clinic - Virgil Donati

Clinic - Virgil Donati

Studio di registrazione

Studio di registrazione

"Pronto, France'?" Il reading! - Highlights